Corpo e viso

Recensione #06. MOROCCAN NATURAL ✿ Spugna esfoliante (radice di vetiver e fibre di cocco)

Buonasera, ragazze, e buon anno!

Vi scrivo alla vigilia del nostro viaggio in Giappone (levataccia per finire di preparare le valigie). ❤ Trattasi del regalo di Natale del mio ragazzo e credo possiate immaginare la faccia che ho fatto quando mi sono trovata davanti due guide turistiche fresche di stampa: una del Giappone appunto e l’altra di Bali. La cosa assurda è che non ho dovuto nemmeno scegliere tra le mete proposte. Ovvero, l’ho fatto, ma solo cronologicamente, nel senso che andremo anche in Indonesia, solo nei mesi a venire. L’Asia è il continente che conosco di meno, per cui questo è un vero e proprio cadeau pensato ad hoc. Vi ho già detto che adoro  J.? 😊

Concluso questo breve aggiornamento, volevo salutarvi (per ora) con una nuova recensione, collegata idealmente al post precedente.

In più di un’occasione ho, infatti, affermato che amo le spugne naturali, quindi è il caso che approfondisca l’argomento, parlandovi dell’ultimo prodotto inerente a questa categoria che ho acquistato.

Ecco tutti i dettagli tecnici eseguiti, al solito, dal mio giudizio…

023

L’azienda produttrice ✿ La Moroccan Natural ha sede a Londra ed è specializzata nella produzione di cosmetici ecobio e accessori in fibra naturale. Le materie prime impiegate provengono dalla città di Marrakesh, luogo in cui vengono anche coltivate.

Descrizione del prodotto ✿ Si tratta di una spugna esfoliante, realizzata a mano e a base di radice di vetiver e fibre di cocco.

Il vetiver  (“vettiveru” o “khus” in hindi) è una pianta indiana che riveste un ruolo primario nella medicina ayurvedica, grazie alle sue caratteristiche antisettiche, rilassanti (muscoli e mente), rigeneranti (pelle), anti-infiammatorie (pelle), la capacità di lenire i dolori localizzati (schiena, articolazioni) e stimolare la circolazione sanguigna. La pianta, o meglio l’erba, si trova in natura sotto forma di cespi dai fili sottili e rigidi che raggiungono i 150 cm d’altezza, mentre le radici hanno una lunghezza media di 3 metri.

La presenza delle fibre di cocco, in aggiunta alle radici di vetiver, è dovuta alla loro maggiore morbidezza e dunque piacevolezza al tatto durante il massaggio.

INCI ✿ Chrysopogon zizanioides (roots)Cocos nucifera (fibers).

Certificazioni ✿ Vegan OK * Prodotto ecosostenibile che riduce la produzione di CO2.

Aspetto ✿ L’intreccio di radici di vetiver (sottili, di colore marrone) e di fibre di cocco (ancora più sottili, di colore nocciola) creano un panetto circolare, dal diametro di 8 cm, tenuto insieme da una retina di nylon che ne assicura la compattezza e dunque la durata nel tempo. C’è poi un cordoncino che permette alla spugna di essere appesa e di asciugare all’aria (si sconsiglia infatti di farla riposare su piano, quando bagnata). 

Confezione ✿ Assente. La spugna non è contenuta in nessun sacchetto o scatola, fatta eccezione per la retina di cui sopra, la quale comunque non deve essere rimossa ed è pertanto parte integrante del prodotto stesso.

PAO ✿ Non c’è nessuna indicazione al riguardo. Saranno quindi i mutamenti nell’aspetto delle fibre (che inizieranno a sfilacciarsi) a segnalare il momento di cambiare la spugna.

Acquistato da  eNatural * Post relativo all’ordine.

Prezzo ✿ € 3,50 

Cosa ne penso ✿ Innanzitutto, la spugna si propone di:

  • Stimolare la circolazione sanguigna;
  • Rimuovere le cellule morte;
  • Idratare la pelle secca;
  • Disinfettare e svolgere un’azione antisettica;
  • Bilanciare l’attività della ghiandole sebacee;
  • Prevenire i peli incarniti;  
  • Rendere la pelle liscia e rinvigorita.

Il che, devo dire, corrisponde al 100% al vero.

Procediamo però per gradi, senza omettere che si è trattato di una sorpresa.

Sono passata ciò dalla fase di: “Ommmiodddio devo assolutamente comprarla” (mentre navigavo sul sito dell’ecommerce), a “Mmmma?! Nuuuuuu. La spugnetta per i piatti è più morbida!” (mentre la usavo, di colpo incerta, la prima volta), a “Yessss! ❤ ” (dopo aver esaminato la trama della pelle, una volta uscita dalla doccia e averla asciugata per bene).

Perché questo saliscendi di impressioni?

Se avete familiarità con la Konjac (l’originale, o quanto meno non quella di Kiko, che ho scoperto, leggendo il post di Alessia, essere conservata in acqua demineralizzata? = abominio, ma vabbè), saprete che da asciutta è morbida quanto un fossile del Pleistocene per diventare invece super fluffy e carezzevole sulla pelle una volta fatta rinvenire in acqua tiepida.

Ero quindi curiosa di scoprire se anche la radice di vetiver si sarebbe comportata in quel modo, ammorbidendosi notevolmente una volta ammollo.

Ebbene, mi sbagliavo.

009

Immerso nell’acqua, il panetto di vetiver aumenta leggermente di volume, ma la consistenza al tatto, rimane rugosa e dura proprio come da asciutta.

L’azione esfoliante è, di conseguenza, piuttosto decisa. La sensazione è paragonabile ad un graffiare auto-inflitto ( 😀 ) e ho portato avanti il massaggio (va fatto in senso circolare) in maniera molto, molto, scettica, avendo io una pelle estremamente sensibile, convinta di rigare, in un modo o nell’altro, le gambe (ho cominciato lo scrub da lì).

Ebbene, mi sbagliavo di nuovo. 

Nonostante la rigidità della spugna, sulla pelle non è rimasto nessun segno rosso mentre l’effetto esfoliante è davvero sorprendente. Si tratta di un esempio di “pugno di ferro in guanto di velluto”, ma al contrario essendo qui il mezzo non propriamente morbido, mentre l’azione dolce e, soprattutto, efficace.

Come tutte le spugne naturali, anche il panetto di vetiver si può utilizzare con o senza un detergente schiumogeno. Io ho sempre optato per la seconda opzione o dovrei dire, quasi, visto che effettuo il massaggio dopo essere rimasta a bagno nell’acqua in cui ho disciolto i sali e il concentrato di mare.

Sarà un po’ l’unione di tutto (acqua calda, azione benefica dei sali e degli oli, esfoliazione eseguita su più livelli), ma da un paio di mesi a questa parte, quella che è sempre stata una pelle secchissima e squamosa durante la stagione fredda, è diventata praticamente normale. Idratata, morbida e nutrita come mai l’ho vista. L’utilizzo della crema corpo è diminuito drasticamente, perché è diventato un prodotto pressoché superfluo, se riesco a concedermi un bagno fatto come si deve almeno una volta alla settimana.

Date le caratteristiche della spugna, se ne sconsiglia l’uso sul viso. In questo caso, affidatevi a una Konjac, una qualsiasi spugna di mare o scrub con microparticelle, che risulteranno molto più delicati.

Per il corpo invece, affidatevi tranquillamente alla radice di vetiver. Superata la fase di scetticismo iniziale e fatta l’abitudine al vigore dell’azione esfoliante, vi troverete più che bene. Soprattutto se soffrite di peli incarniti i quali, spesso, non riescono ad essere debellati dai normali scrub “in crema”, chiamiamoli così

Sul sito dell’azienda si legge che è bene di effettuare lo scrub corpo con l’impiego della spugna qui recensita due volte a settimana per quante abbiano la pelle secca, mentre una volta per chi ha la pelle grassa (onde evitare l’effetto rebound e stimolare eccessivamente la produzione di sebo).

Il nome ufficiale, in inglese, è “bath & shower exfoliant”, per cui si può usare la spugna anche sotto la doccia, ma personalmente associo l’idea dell’esfoliazione a qualcosa di meno frettoloso e finisco sempre col preferire il bagno (un vero e proprio rituale per me. Quantomeno in inverno!).

In conclusione, si tratta di un prodotto sicuramente performante e che ricomprerei. Se una critica dovessi proprio fare, questa riguarderebbe la retina di nylon. Ovvero, sceglierei un altro materiale, più in linea con il filone ecobio perseguito dall’azienda. A limite si potrebbe utilizzare della plastica riciclata (essendo un materiale che non si deteriora a contatto con l’acqua, cosa che invece accadrebbe con un’intelaiatura di fibre naturali) e raggiungere così un buon compromesso.

E voi, utilizzate le spugne naturali? Quali vi convincono di più? Quali invece sconsigliate?

-Dani ❄️💋⛄️

Annunci

13 thoughts on “Recensione #06. MOROCCAN NATURAL ✿ Spugna esfoliante (radice di vetiver e fibre di cocco)

  1. Sono rimasta molto scettica per tutta la lettura del post finché non ho capito che fosse per il corpo 😅 pensavo che fosse per la faccia e, vedendola come una specie di nido per i cuculi, escludevo totalmente l’utilizzo… Per evitare l’effetto “graffiata dal gatto” in una parte così sensibile. Certo che solo tu certe cose le trovi eheh

    Liked by 1 persona

    1. Sì. 😂 L’immagine del nido rende perfettamente l’idea, così come quella della spugnetta abrasiva per i piatti. Sul corpo comunque ti assicuro che è un strumento più che valido. 💪🏻 Non ci dormo la notte a trovare prodottini così fuori dalle righe, vero? 😂

      Liked by 1 persona

      1. 😂 Tranquilla, non mi offendo! In realtà questa spugnetta è spuntata dal nulla, mentre navigavo sul sito dell’econmerce, e dato che amo queste cosette, il click nel carrello è stato automatico. 😆

        Liked by 1 persona

  2. Prodotto interessantissimo e sorprendentemente low cost! Mi piacerebbe davvero tanto provarla sulla mia pelle acneica e vedere i risultati quali sarebbero 🙂
    Beh, che altro dire: buon viaggio! Divertitevi e scatta tante foto per noi 🙂 Un bacio

    Liked by 1 persona

    1. Io mi sono trovata benissimo con la mia pelle da ‘coccodrillo’ (d’inverno ho praticamente le squame addosso) e sarebbe altrettanto interessante scoprire che effetto ha su una pelle di tipo acneico. Leggendo varie recensioni online (su siti inglesi), molte ragazze con la pelle simile alla tua si dichiaravano soddisfatte, scrivendo che i brufoletti su spalle e décolleté erano diminuiti.

      Grazie mille! Abbiamo la partenza tra qualche ora. Farò, penso, un milione di foto e il mio Instagram esploderà. 😁

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...