Haul

Ordine NATURÍSIMO | Presentazione e-store & review

Buon dì, fanciulle! Spero di trovarvi tutte bene. 💚

Iniziamo quest’articolo con una menzogna di quelle colossali. Ordine. Voce singolare. Ma quale ordine, se su Naturísimo, lo stupendo e-store inglese di cui vi parlerò oggi, sono arrivata a contarne ben sette da gennaio ad oggi? L’haulite è una malattia, per quanto, da buona drogata di bio shopping, cercherò di giustificare i miei acquisti con motivazioni che alla fine della fiera troverete anche voi più che plausibili. #todayschallenge

Parto allora col presentarvi subito il negozio, mostrandovi a seguire quello che ho acquistato.

naturisimo_logo.jpg

“Naturisimo is the online destination dedicated entirely to natural and organic beauty. A unique store that celebrates individual beauty and is inspired by a new world of cosmetics powered by natural ingredients and free from animal testing, parabens, sulfates, mineral oils, and chemical toxins”.

Sito internet: ❀❀❀.

Marchi: Acorelle, Antipodes, Balmology, Dr Bronner, Dr Hauschka, Egyptian Magic, Eos, Inika, John Masters Organics, Kjaer Weiss, Lily Lolo, May Lindstrom, Pai Skincare, Tata Harper… (visitate il sito per tutti gli altri. Sono tantissimi, molti dei quali cosiddetti “di lusso”).

Spese di spedizione: sempre GRATIS, senza nessuna soglia minima d’acquisto. I pacchi sono spediti tramite la Royal Mail e arrivano nel giro di una settimana.

Newsletter: sì.

Rete sociale: FacebookInstagram & more.

Blog: .

Campioncini: sì (gratis alcuni, a pagamento tutti gli altri. Vedi la sezione dedicata ai samples. Se ne possono includere al massimo 5 per ordine).

Beauty box: sì. Si chiama “Discovery Box”, è mensile, dal prezzo variabile ma comunque modico (ecco quella di febbraio). L’acquisto non è vincolato a nessun tipo di sottoscrizione.

Che cosa ho ordinato: Le foto sono state fatte in una deprimente giornata di pioggia, con una luce pessima e l’aggravante della fotocamera dell’iPhone, vittima anch’essa delle paturnie meteorologiche. Impresa titanica, nonché malriuscita, quella della messa a fuoco dei prodotti. (Mancano all’appello gli ultimi due ordini, che devono ancora arrivare e di cui vi parlerò successivamente.)

192

Pukka – Lemon Ginger & Manuka Honey Tea (ordine del 29/01/16)

Green People – Fennel & Propolis Toothpaste (ordine del 17/02/16)

Trevarno – Organic Shaving Soap  (ordine del 17/02/16)

Pukka – Three Mint Tea (ordine del 25/02/16)

Green People – Minty Cool Toothpaste (ordine del 02/03/16)

Hurraw – Kapha Lip Balm (ordine del 07/03/16)

Campioncini:

201

Barefoot SOS – Face & Body Rescue Cream (x 2 * free samples)

Caudalie – Polyphenol C15 Protect Cream (x 3 * free samples)

Egyptian Magic – Skin Balm  (x 4 * free samples)

Green People – Children Lavender Bath & Shower (x 1 * £ 0.25)

Jurlique – Rose Hand Cream  (x 2 * free samples)

Mádara – Micellar Water  (x 3 * free samples)

Mádara – Time Miracle Anti Aging Day Cream (x 1 * free sample)

Melvita – Argan Oil (x 1 * free sample)

Weleda – Evening Primrose Concentrate  (x 3 * free samples)

Dettaglio prodotti:

Pukka – Tè al limone, zenzero e miele di Manuka. Prezzo pieno: £ 3.59 ( 4,50 euro). Pagato £ 2.96, grazie ad uno sconto del 10%.

Pukka – Tè alle tre mente (piperita, mentastro verde e menta selvatica). Prezzo: come sopra.

Parlo di cibo e bevande praticamente solo su Instagram (l’ultimo mio esperimento di pasticceria sono stati i macarons), ma questa mi sembra una buona occasione per accennarvi alla mia passione per tè, infusi e tisane anche qui sul blog. Non ho un genere preferito. Vado molto ad umore e a periodi onestamente, e so riciclare di tutto. Anche le combinazioni di ingredienti meno appetibili. Ricordo una roba terribile e amarissima a base di cardo, tarassaco e carciofo che pure ho mandato stoicamente giù, con tanti ringraziamenti da parte del colon, davvero lindo in quei giorni lì. 😁

Non c’è niente di meglio di una bella tazza fumante da sorseggiare in santa pace a fine giornata o a merenda, durante una pausa che ci distolga momentaneamente da lavoro o studio.

Pukka Herbs è diventata rapidamente una delle mie marche preferite. Ha un assortimento pazzesco e trovo che i gusti siano vari e ben bilanciati, molto di più rispetto a quelli di Yogi Tea,  che virano fin troppo spesso sullo speziato (onnipresenti la cannella e il cardamomo).

Mi piace tutto dell’azienda, soprattutto il fatto che lavori materie prime biologiche, coltivate e vendute tramite la filiera del Fair Trade. Non mi importa spendere cinque euro per una scatola di tè, se c’è dietro il (vero) canale del commercio equo e solidale. Ecco tutte le certificazioni:

Il primo Pukka tea che ho comprato è stato quello Liquirizia e Menta (ad Orvieto, in una libreria Mondadori, cosa che lì per lì ho trovato strana, ma poi assolutamente geniale, dato che libri e tè vanno più che d’accordo), mentre di fronte all’assortimento di Naturísimo mi sono buttata sulla confezione arancione per via soprattutto del miele di Manuka, che non avevo mai assaggiato prima di allora, e poi sulla verde, attirata in maniera fin troppo semplice dal trittico di mente, il cui gusto è delizioso. La vedo molto bene anche in prospettiva dell’estate, bevuta fresca, ma dovrò ricomprare più di una confezione prima di allora perché questa è già agli sgoccioli.

{ PUKKA su NATURÍSIMO }

Green People – Dentifricio alla menta. Prezzo pieno: £ 3.15 ( 3,94 euro). 

Green People – Dentifricio all’anice e propoli. Prezzo: come sopra. 

Non penso di essere strana (non più del solito, almeno), se affermo che trovare un dentifricio ecobio ben formulato, senza che ciò equivalga ad un abuso di aloe vera, è impresa ardua e perigliosa. L’aloe non è che non vada bene, per carità di Dio, ma ha un gusto talmente rivoltante che personalmente, non ce la faccio. Eppure di tentativi ne ho fatti (vedi qui e qui) e per quanto il proverbio reciti: “Non c’è due senza tre”, io ho gettato la spugna dopo il secondo, disastroso tentativo.

Per questo ho fatto l’esperimento Lavadenti e sono sempre attenta nella lettura degli INCI di dentifrici di cui non ho mai sentito parlare. Anche con Green People UK è stato così e gli occhi mi brillavano, quando mi sono resa conto che il brand è certificato ECOCERT. Con mio sommo piacere vi posso dire che le premesse, ottime sulla carta, si sono rivelate tali anche nella pratica. Indecisa sui gusti, sono andata sul classico con Minty Cool, azzardando invece con Anice e Propoli. Proprio quest’ultimo dentifricio ho preso ad usare di ritorno dalla Romania e che dire? È davvero, davvero valido. Lava bene, il sapore di anice c’è e conferisce una bella sensazione di freschezza a tutto il palato. Avete presente le Anisette? Ecco, se vi piacciono, vi sembrerà di mangiare una caramella, anziché di lavare i denti. Il tutto però senza avere a che fare con la componente zuccherina.

{ GREEN PEOPLE UK su NATURÍSIMO }

Trevarno – Sapone depilatorio. Prezzo pieno: £ 3.30 (4.13 euro). 

Non amo troppo la ceretta come metodo di depilazione (o più correttamente, epilazione, dato che il pelo viene estirpato alla radice). Ho sempre avuto paura che favorisse la comparsa di capillari, in più l’idea di essere una statua di marmo per due settimane e poi una scimmia per altre due (il periodo necessario a far ricrescere i peli tra una ceretta e un’altra), mi ha sempre scocciato grandemente. E lo dico proprio per me stessa, esibizione delle cosce al moroso a parte. 😉 Sono vari insomma i motivi che mi hanno sempre spinto in direzione del (tanto demonizzato) rasoio. Soprattutto in estate, quando è un attimo radersi sotto il getto di una delle quindici docce che ci facciamo al giorno. I peli non hanno nemmeno il tempo di rinascere che “zac”, sono lì pronta a mozzargli la testa. Non mi importa nemmeno che facendo così li “irrobustisca”. O meglio, io questo prato di fil di ferro sulle gambe non me lo sono mai ritrovato. Sarà perché sono bionda di natura e non mora? Boh.

Per praticità e con l’ottica di preparare al meglio la pelle al passaggio del rasoio, ho sempre utilizzato la schiuma da barba più comunemente maschile (le versioni senza alcol), visto che sul fronte femminile, lo shaving gel Satin Care lo trovavo più che altro negli Stati Uniti.

Abbracciato il mondo dell’ecobio, mi sono imbattuta presto nella crema depilatoria al burro di karité di Bio Marina, il cui prezzo (12,00 euro) mi ha fatto riflettere un secondo e buttare momentaneamente su qualcosa di più economico.

La proposta di Trevarno mi è sembrata una alternativa più che valida proprio per questo. Un sapone dalla formulazione tutta verde, arricchita con burro di karité, burro di cacao e olio d’oliva dalle note proprietà addolcenti, idratenti e lenitive.

Nulla di peggio, davvero, degli sfoghi post-depilazione. Meglio perdere qualche secondo prima e preparare la pelle come si deve, anziché combattere poi con arrossamenti, bruciore e piccole ferite da taglio che diventano nell’arco di un giorno antiestetiche crosticine. Le ragazze della mia generazione sanno sicuramente di cosa parlo. Abbiamo iniziato a depilarci tutte così, con un rasoio Bic Lady 😆 in mano e in preda al dilemma: “Pelo o contropelo?”. Le adolescenti di oggi non saprei. È più probabile che le madri  fissino loro un appuntamento dall’estetista per la prima ceretta della loro vita, quando sono ancora in V elementare o cose così. #justtobesafe

Il Trevarno, che utilizzerò con entusiasmo non appena terminata la schiuma da barba di Lavera, ha un odore pressoché neutro; sniffandolo più da presso si avverte bene la nota lievemente pungente dell’olio d’oliva che a me comunque non dispiace, essendo cresciuta a bruschetta e olio appena spremuto.

Sono davvero curiosa di provarlo, soprattutto dopo aver depilato (o meglio, cercato di depilare) le gambe con l’olio di cocco. Le recensioni che ne tessevano le lodi anche in questo campo erano infinite, al punto che ora mi chiedo quante di esse fossero dei copia-incolla ad minchiam, privi di cognizione di fatto. Perché se tali bloggers avessero provato davvero il metodo che segue, dubito che avrebbero perso un solo secondo ad elogiarlo.

Nel mio caso, mossa dalla fiducia nei confronti di un olio che amo, avevo unto alla perfezione le gambe, solo per vedere il rasoio annaspare, dopo appena due passate, non più tagliente, bensì  innocuo come un giocattolino per neonati. I peli tagliati erano rimasti (come di routine) tra i lembi delle lame, tuttavia non c’è stato verso di farli uscire da lì. Ho provato con il getto dell’acqua a pressione, a sbattere la testina del rasoio contro la vasca… a tirare i Santi giù dal calendario. Niente. Lo strato di unto che si era creato tirando su peli e olio aveva vanificato alla grande l’affilatura del metallo. Le gambe sono rimaste idratate per giorni e giorni, manco a dirlo, ma utilizzare un fottio d’olio e cento lamette per raderle, mi sembra veramente da stupidi. Bottom line: diffidare sempre dei miracoli internettiani.

{ TREVARNO su NATURÍSIMO }

187.JPG

Hurraw – Burrocacao “Kapha”. Prezzo pieno £ 3.99 (5,00 euro). Pagato £ 3.59 con uno sconto del 10%.

Io non so resistere al burrocacao. Sarà perché sono fissata, sarà perché ne ho davvero bisogno. Il risultato è sempre lo stesso. Se ne vedo qualcuno di inusuale, prima o poi, diventa mio.

Hurraw è un marchio che fa fede al proprio motto: “All natural. Organic. Vegan. Raw. Good”. Vegan OK, cruelty, soy & gluten free, i prodotti sono anche privi di petrolati, parabeni, conservanti, coloranti chimici e aromi artificiali.

“Kapha” appartiene alla collezione ispirata alla tradizione ayurvedica. Sono tre balsami labbra e sono stati formulati tenendo presenti le caratteristiche dei dosha omonimi, elementi primordiali che si manifestano anche nel modo di essere delle persone.

Ognuno di noi rappresenta una peculiare mescolanza di Vata (vento), Pitta (fuoco e acqua) e Kapha (acqua e terra). Io ho scelto quest’ultimo perché sono nata a maggio e il Toro, per lo Zodiaco, è un segno di Terra. In più, il mix di tulsi (“basilico sacro” indiano), pompelmo, eucalipto e zenzero, mi è parso fenomenale, assicurando quel giusto bilancio tra vigore, stimolo, calore e energia.

Mi sono rivista davvero tanto nelle caratteristiche degli individui a prevalenza Kapha: costanza, forza, calma, generosità, resistenza, pazienza, attaccamento, empatia, attenzione. Anche il fatto che a controbilanciarmi sia un soggetto Vata, è curiosissimo. J. è Bilancia, un segno d’aria, ovvero Vata in ambito ayurvedico. Coincidenze? I don’t think so. ❤️

{ HURRAW su NATURÍSIMO }

Considerazioni finali:

Il vantaggio di ordinare prodotti molto spesso scontati, senza l’handicap delle spese di spedizione, né quello (addirittura più scoraggiante) dei dazi doganali, è incalcolabile. Idem la possibilità di conoscere marchi poco reperibili in Italia, grazie a campioncini scelti personalmente o beauty box super scontate.

Tutto ciò si traduce nell’acquisto di sfizi che si possono mettere nel carrello singolarmente, senza l’imposizione di un “ordine minimo” o “ordine TOT” (più alto ovviamente del minimo) per le spedizioni gratis. Non sapete quante volte questa cosa abbia scoraggiato le mie compere online. Furbate presunte da parte di determinati e-commerce che equivalgono poi a degli autogoal. Contenti loro, che vi devo dire?

Su Naturísimo tutto ciò non accade. Si può spendere anche una sola sterlina e il pacco verrà recapitato con le stesse modalità di quello che contiene prodotti per un valore di 100. Assurdo. Conveniente in maniera che oserei definire quasi azzardata, visto come funzionano le cose con molti altri negozi, nostrani e non.

Continuerà così? Non lo so. Di certo lo spero, perché ultimamente alcuni marchi italiani mi stanno più che stretti, soprattutto da quando ho iniziato a notare dei cambiamenti (in negativo) in quella che fino a qualche tempo fa era l’isola felice dell’ecobio.

Odio vederla trasformarsi nella consueta fiera della contraddizione e dell’ipocrisia. Avete presente il geniale piano aziendale per il quale: “Scelgo la testimonial non in base ad una comunanza di idee e/o una sua passione manifesta per il genere di cosmetici che produco, ma affidandomi al gioco ingannevole dei followers. Più lei ne ha e più la mia azienda si rende visibile, anche se la suddetta tizia utilizza ogni 9 video su 10 prodotti siliconici e devo quindi obbligarla a mentire spudoratamente, facendole affermare che la sua base trucco preferita, nonché quotidiana, è quella tutta ecobio”?

Ecco, a me questo genere di strategie fa venire il voltastomaco, per cui mi apro più che volentieri a nuovi orizzonti cosmetici, soprattutto quando c’è trasparenza e professionalità da parte di un sito ottimamente fornito, che lavora benissimo, è preciso nella preparazione degli ordini e puntuale con la consegna anche senza avvalersi dell’operato di un corriere. E dddai.

I miei soldi preferisco darli a loro, e alle marche che propongono, anziché ad aziende che li utilizzeranno per pagare il compenso della promoter venduta di turno. Non è questo il genere di made in Italy che sostengo o che mi piace.     #sorrynotsorry

E voi, che ne pensate? Avete mai acquistato da e-commerce ecobio stranieri? Come vi siete trovate?

http---signatures.mylivesignature.com-54494-117-9124B865FFF1984A576FE8ECB301E535

Instagram | biocometiamo

Have you ever questioned the nature of your reality?

Annunci

51 thoughts on “Ordine NATURÍSIMO | Presentazione e-store & review

  1. I prodotti di Mádara sono fantastici!
    Se il burrocacao contiene zenzero deve essere mio. Deve. xD
    Per quanto riguarda i marchi italiani, sai che pure io inizio a vederli male? Ho preso in antipatia un paio di soggetti per una sciocchezza, lo ammetto 😀 ma io sono fatta così. Dare un minimo di attenzione a chi compra i loro prodotti no, perdere un’ora del loro tempo a criticare una persona che ha fatto un discorso in base alle proprie idee invece sì. Mi sono sentita molto più “coccolata” da marchi stranieri… anche una battuta in lingua sconosciuta mi fa sempre piacere U_U

    Liked by 1 persona

    1. Ah! Ottimo a sapersi. 😃 Di Mádara non ho ancora provato niente.

      Vai con l’ordine allora! 😁 Al pompelmo hanno anche altre robine.

      Idem io, davvero. Ma basta anche solo un atteggiamento sbagliato a farmi cambiare idea su un’azienda. La professionalità deve esserci sempre, non soltanto all’inizio. E di certo, con tutta la concorrenza di prodotti che c’è, non è che si rimane a piedi non comprando più cose da loro. Che gli serva di lezione, piuttosto.

      Liked by 1 persona

      1. Sono ansiosa di provare l’acqua micellare in bustina. 😂😂 Serve un travaso in bottiglietta, mi sa!

        Sto mettendo anch’io delle cose di lato proprio come te. All’inizio sembra tutto un mondo armonico. Poi ci stai un po’ dentro e si notano le differenze tra un’azienda è un’altra, inevitabilmente.

        Liked by 1 persona

      2. Assolutamente! Mi basta e avanza avere a che fare con gli ipocriti nella vita reale, figuriamoci se li tollero in quello che è uno spazio per me di svago e relax.

        Certa gente loda perché riceve pacchetti fiammanti all’uscita di ogni nuova collezione. Recensioni prive di interesse proprio, come dire. 😂

        Liked by 1 persona

      3. I giveaway li sto snobbando anch’io da un po’. Prima ne condividevo parecchi, ma poi mi sono resa conto che è una perdita di tempo di cui posso fare volentieri a meno. Senza contare che non sono nemmeno legali. 😂

        Liked by 1 persona

      4. Mi rifiutarono la collaborazione,sai? 😦 la recensione l’ho fatta lo stesso alla fine, senza farmi influenzare dal rifiuto. Però hanno dato spazio e visibilità sempre e solo a quei blog o quelle pagine che sceglievano loro. Amen U_U mi tocca aspettare un altro giveaway

        Liked by 1 persona

      5. Ah! Non lo sapevo. Terribili da questo punto di vista allora. Bravissima tu a recensire comunque in maniera oggettiva il loro prodotto. L’INCI com’è? Riproducibile anche in casa? O composto da millemila cose? :-*

        Liked by 1 persona

      6. Prima o poi qualcuno darà fiducia al mio blog e mi farà recensire qualcosa 😀 . L’inci è un po’ strano, mantiene un equilibrio tra estratti vegetali e ingredienti “rossi” … non li ho giustiziati pubblicamente perché in questo prodotto in particolare evidentemente servivano (stiamo parlando di un prodotto nato per chi ha fatto la chemioterapia); e poi funziona 😀 quindi la formula è azzeccata! Alcuni ingredienti non li ho sentiti nominare tanto spesso, penso che per una riproduzione casalinga sia necessaria una bella dose di impegno :*

        Liked by 1 persona

      7. Certo! 😀

        Ho capito. Credevo fossero ingredienti più che altro naturali e a quel punto, si sarebbero potuti miscelare in casa, in una versione più elaborata del mascara a base di olio di ricino. 😉

        Liked by 1 persona

      8. Voglio provarlo da una vita, ma non l’ho ancora fatto perché devo terminare i benedetti mascara che ho tra le mani e di cui volevo riciclare la confezione. Altre blogger mi hanno detto che si risvegliavano al mattino con gli occhi gonfi e arrossati, dopo aver applicato l’olio di ricino la sera. A quanto pare, i risultati sono molto soggettivi, ma più che allungare/infoltire le ciglia, se qualcosa fa, è in termini di irrobustimento di quelle “preesistenti”. 😐

        Liked by 1 persona

  2. E’ una cosa strepitosa condividere così profondamente delle idee…
    Sul the, forse manco serve che ti dica quanto io sia tisana-and-tea-addicted, visto come ho battezzato il blog XD, potrei vivere di balsami labbra, ne provo in continuazione, non sono e non saranno mai abbastanza mmmuhahahaha.
    Le aziende che scelgono testimonial in funzione dei follower, si meritano al 100% di cadere nelle mani di questi personaggi disinteressati alle filosofie aziendali/INCI e meramente sbavanti per una full size, completamente impermeabili a coerenza e veridicità delle recensioni.
    La pubblicità può essere un buon mezzo per promuovere, se concepita in maniera scorretta può però farti affondare con altrettanta rapidità…
    Anche sul sapore del dentifricio condivido, è vero che non si mangia ma comunque in bocca lo devi tenere, io ho trovato una ottima alternativa con la linea bio dei supermercati In’s (non so se si trovano anche da te), hanno un mix di oli essenziali fresco ma non irritante e un tubetto se non ricordo male costa 1,50€ (ho scritto un post tempo fa sul dentifricio in oggetto, per motivi sconosciuti sono sparite TUTTE le foto degli articoli delle ultime settimane che con esagerata pazienza sto rimettendo, se per caso ti interessa e ti fa piacere ti riscrivo in un commento qui l’INCI così lo controlli per bene ).
    Ora devo andare, uno nuovo shop on line attende i miei finanziamenti XD
    Grazie di aver condiviso!

    Liked by 1 persona

    1. *___* Quindi hai un tè preferito del marchio Pukka? Visto che ami anche tu alla follia la bevanda delle cinque per antonomasia, parliamone pure. Fino alla nausea, hahah.

      Quando ho letto “burrocacao” e poi “ayurvedico”, il cervello ha fatto tilt! La stessa marca ha anche un trattamento notturno specifico per rigenerare le labbra che mi tenta non poco!

      Non posso che essere d’accordo con te riguardo il patetismo di un certo tipo di pubblicità. Palesemente male orchestrata, farà perdere all’azienda clienti ed estimatori veri (quelli che vivono di ecobio) e guadagnare zero di quelli farlocchi, visto che a quest’ultimi delle robe senza silicone non importa proprio niente!

      Non sapevo dei dentifrici del marchio In’s! Ho sentito parlare molto bene di tutta la loro linea biologica. Miracolosamente c’è un discount tale proprio in un paese vicino e penso di farci un salto quanto prima. Mi piacerebbe leggere l’INCI se non è un problema per te trascriverlo qui. Puoi anche linkarmi direttamente la recensione, così me la leggo per bene.

      Di nulla e buon saccheggio su Naturísimo! 😀

      Mi piace

      1. Io adoro i the verdi, in tutte le loro forme e aromi! Certo, potendo preferisco usare i the in foglie, mi piace l’idea che la pausa the sia un momento non solo di relax, ma un insieme di piccoli elementi e gesti che la rendono una vera e propria “cerimonia” del benessere, per il corpo e lo spirito.
        Non posso parlare dei burrocacao liberamente, alcuni sono qui e mi guardano, potrebbero essere gelosi 😀
        Della linea bio di IN’s io ho provato lo shampoo, il bagnodoccia ed il dentifricio, riassumento le mie impressioni posso dire che sono soddisfatta della qualità, effetti, convenienza e reperibilità.
        Ti lascio qui l’INCI del dentifricio : Aqua, glycerin, sorbitol, calcium carbonate, hydrated silica, xylitol, silica, titanium dioxide, sodium myristoyl sarcosinate, sodium methyl cocoyl taurate, aroma, xantham gum, zinc PCA, thymus vulgaris leaf extract, mentha piperita leaf extract, rosamarinus officinalis leaf extract, juniperus communis fruit extract, salvia officilanis leaf extract, melaleuca alternifolia leaf oil, thymus vulgaris oil, ammonium glycyrrhizate, limonene.
        Se hai tempo e voglia sotto ti lascio il link dell’articolo ma in sostanza io l’ho trovato molto efficace, il sapore è persistente ma non aggressivo, si percepiscono le note della menta ma anche di salvia, timo e rosmarino, pulisce in maniera egregia i denti senza essere manesco con le gengive e lo smalto 🙂
        https://ioeteconunthe.wordpress.com/2016/03/01/dentifricio-bio-alle-5-erbe/

        Liked by 1 persona

      2. Io ho una vera e propria adorazione per il matcha. Quando sono stata in Giappone, a gennaio, ho avuto modo di partecipare a una vera e propria cerimonia del tè e per poco non svenivo dall’emozione. *___*

        Grazie per il link! Corro a leggere la recensione. L’INCI mi pare veramente buono. Urge una spedizione da IN’s! 😀

        Liked by 1 persona

      1. Ah, ottima pensata! Effettivamente le confezioni con multigusto permettono di assaggiare più cose, senza il rischio di doversi poi ingozzare con qualcosa che non piace o piace poco. Terrò presente la detox, allora. Un “must drink” praticamente tutto l’anno. 🍵😘

        Liked by 1 persona

    1. Ciao tesoro, ho deciso da qualche settimana di prendermi una pausa con i TAG (idem i giveaway su Instagram). Sono arrivata ad accumularne 10 – non mi ricordo nemmeno più chi mi abbia nominata per cosa – e non ha senso continuare a dire “risponderò”, pur sapendo che non riuscirò a farlo. 😦

      Sono giunta a questa risoluzione perché ho poco tempo da dedicare al blog e quando lo faccio, preferisco scrivere di recensioni o argomenti di bellezza legati ai miei viaggi. ❤

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...